Preghiera 4 luglio 2020

Salmo 61

Solo in Dio riposa l’anima mia:
da lui la mia salvezza.
Lui solo è mia roccia e mia salvezza,
mia difesa: mai potrò vacillare.

Fino a quando vi scaglierete contro un uomo,
per abbatterlo tutti insieme come un muro cadente,
come un recinto che crolla?
Tramano solo di precipitarlo dall’alto, godono della menzogna.

Con la bocca benedicono, nel loro intimo maledicono.
Solo in Dio riposa l’anima mia: da lui la mia speranza.
Lui solo è mia roccia e mia salvezza,
mia difesa: non potrò vacillare.

In Dio è la mia salvezza e la mia gloria;
il mio riparo sicuro, il mio rifugio è in Dio.
Confida in lui, o popolo, in ogni tempo;
davanti a lui aprite il vostro cuore: nostro rifugio è Dio.

Sì, sono un soffio i figli di Adamo, una menzogna tutti gli uomini:
tutti insieme, posti sulla bilancia, sono più lievi di un soffio.
Non confidate nella violenza, non illudetevi della rapina;
alla ricchezza, anche se abbonda, non attaccate il cuore.

Una parola ha detto Dio,
due ne ho udite:la forza appartiene a Dio,
tua è la fedeltà, Signore;
secondo le sue opere
tu ripaghi ogni uomo.

Mc 6,30-34

Gli apostoli si riunirono attorno a Gesù e gli riferirono tutto quello che avevano fatto e quello che avevano insegnato. Ed egli disse loro: «Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un po’». Erano infatti molti quelli che andavano e venivano e non avevano neanche il tempo di mangiare. Allora andarono con la barca verso un luogo deserto, in disparte. Molti però li videro partire e capirono, e da tutte le città accorsero là a piedi e li precedettero. Sceso dalla barca, egli vide una grande folla, ebbe compassione di loro, perché erano come pecore che non hanno pastore, e si mise a insegnare loro molte cose.

Testimonianza di Elisa. Dottoressa del laboratorio di microbiologia e virologia dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso.

Gesù Cristo, o luce interiore, non lasciare che le mie tenebre mi parlino. Gesù Cristo, o luce interiore, fa’ che io possa accogliere il tuo amore.

Silenzio

O Cristo, luce che viene dall’alto, visita coloro che giacciono nelle tenebre: mostra il cammino del tuo amore.

Per chi dà la sua vita a servizio degli altri, noi ti preghiamo.

Tu che sei fonte di fiducia e di vita, sii il sostegno di quanti sono in difficoltà e scoraggiati.

Per la Chiesa, fermento di comunione: Signore, fa’ risplendere su di essa il tuo volto.

Con il tuo Spirito aiutaci a compiere la volontà del tuo amore, dacci un cuore nuovo.

Padre Nostro

Preghiera
Dio di tutti i viventi, accordaci di abbandonarci in te, nel silenzio e nell’amore. Abbandonarci in te non è certo una cosa abituale della nostra condizione umana. Ma tu intervieni fino nell’intimo di noi stessi e vuoi per noi la chiarezza di una speranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *